mercoledì 28 marzo 2018

Medicina e magia popolare in Piemonte, M. Centini

223 pages | Edizioni servizi editoriali | ISBN139788889384329

Nel folklore piemontese è possibile reperire numerose esperienze culturali in cui la medicina e la magia si amalgamano in una sola dimensione. Questo libro propone uno spaccato nitido e avvincenti di un aspetto molto particolare della tradizione popolare subalpina, raccogliendo storie e miti, piccole verità e segreti. In questo volume si offre ai lettori una panoramica che propone una visione omogenea e obbiettiva di un aspetto della cultura del popolo, al fine di raccontare non solo dei casi ma anche, per quanto possibile, le basi per stimolare un approfondimento scientifico che potrebbe contribuire al mantenimento di un patrimonio di un notevole importanza. Questo libro ci ricorda soprattutto di un tempo in cui i nostri antenati, quando si trovavano al cospetto della malattia, si servivano di mezzi empirici, provenienti dalla tradizione ed elaborati via via sulla base dell'esperienza e dell'osservazione. Il risultato era un patrimonio di conoscenze e di pratiche che oggi definiamo medicina popolare, nel quale però sono presenti tracce di una cultura simbolica le cui radici affondano nel passato più lontano.

Centini è un autore che non sono ancora riuscita ad inquadrare. A volte propone cose decenti, altre volte… Questa è una di quelle. In questo libro riesce a parlare di molte cose. Di Freud, di Levy-Bruhl, di Eusapia Palladino, delle Madonne Nere e della vita di Sant’Antonio – ma della medicina popolare piemontese io ci ho trovato poco e niente.

Nessun commento:

Posta un commento