venerdì 19 gennaio 2018

Medioevo magico: la magia tra religione e scienza nei secoli XIII e XIV, G. F. Vescovini

494 pages | UTET | ISBN13: 9788802079264

Che cosa è stata la magia nei secoli, in particolare in quel periodo ritenuto magico per eccellenza, ossia il Medioevo? Quali le relazioni tra magia, scienza e religione, illusione e realtà? Che cosa si intende per magia? Quale il ruolo del Demonio nella magia? Quante immagini del Demonio si sono avute in quei secoli cosiddetti "bui"? A questi interrogativi, come a quello della definizione di "occulto" e di occultismo a cui risposero alcuni dotti del Medioevo, il lettore potrà trovare articolati chiarimenti secondo un tracciato storico individuato su documenti e testi per lo più inediti o poco conosciuti di autori dei secoli XIII e XIV talora conservati in rari incunaboli del secolo XV: una storia della magia che si configura pertanto come una storia della filosofia, della scienza e dell'occultismo nel periodo maturo del pensiero medievale. Il mondo contemporaneo, con tutta la sua sofisticata tecnologia, ha veramente espunto i tratti essenziali della magia dal suo orizzonte?

In questo caso Libraccio è venuto in mio soccorso, anche se non sono rimasta soddisfatta. A parte il fatto che più che parlare della magia, parla di chi ha scritto cosa sulla magia. E poi gli errori di ortografia sono veramente continui (ma qualcuno l’ha revisionato sto libro?)

Nessun commento:

Posta un commento