giovedì 11 gennaio 2018

Barbablù: la vera storia di Gilles de Rais, M. Cazacu

 288 pages | Mondadori | ISBN13: 9788804581819

Figura satanica, compagno di lotta della "Pulzella d'Orléans", Gilles de Rais (1405-1440) è stato una figura amata da studiosi e narratori, un personaggio perfettamente in linea con l'epoca brutale e caotica in cui visse. In questa biografia Matei Cazacu racconta le molteplici vite del signore di Rais, ricostruendo il suo ruolo all'interno della nobiltà francese, la sua brillante carriera militare al servizio di Carlo VII, il suo apporto decisivo alla liberazione di Orléans nel 1429, la promozione a maresciallo di Francia a soli ventiquattro anni. Un eroe capace però di trasformarsi in orco. Rovinato dalle spese folli e dalla vita lussuosa che amava condurre, Gilles soccombe ai propri demoni: rapisce, tortura, violenta, uccide bambini, si dedica all'alchimia e compie sacrifici umani durante cerimonie sataniche. Arrestato, fu condannato a morte e impiccato a Nantes nel 1440. Da quel momento è entrato nella leggenda, considerato il primo serial killer della storia e identificato con il terribile Barbablù, reso immortale dalla fiaba di Charles Perrault. 

Preso in prestito dalla libreria di mia madre, avevo già letto dello stesso autore la vera storia di Dracula, che mi era piaciuta tantissimo. Questa mi ha appassionato di meno, ma non si possono negare le capacità dell’autore.

Nessun commento:

Posta un commento