lunedì 11 dicembre 2017

Il ritratto di Dorian Gray, Oscar Wilde

225 pages | ISBN13: 9788878991095


La vicenda di un giovane bellissimo, Dorian Gray, il cui ritratto invecchia al posto suo, mentre la vita del protagonista è sempre più segnata dalla corruzione morale, fino al delitto e al terribile contrappasso finale.

Un grande classico, che mi è piaciuto ma non troppo. Non sono una grande amante di Oscar Wilde.

***

Nota sull'Autore
Oscar Fingal O'Flahertie Wills Wilde, noto come Oscar Wilde (Dublino, 16 ottobre 1854 – Parigi, 30 novembre 1900), è stato uno scrittore, aforista, poeta, drammaturgo, giornalista e saggista irlandese.
Autore dalla scrittura apparentemente semplice e spontanea, ma sostanzialmente molto raffinata ed incline alla ricerca del bon mot, con uno stile talora sferzante e impertinente egli voleva risvegliare l'attenzione dei suoi lettori e invitarli alla riflessione. È noto soprattutto per l'uso frequente di aforismi e paradossi, per i quali è tuttora spesso citato.
L'episodio più notevole della sua vita, di cui si trova ampia traccia nelle cronache del tempo,fu il processo e la condanna a due anni di prigione per «gross public indecency», come era definita l'omosessualità dalla legge penale che codificava le regole, anche morali, riguardanti la sessualità della sua stessa classe sociale.
Molti i libri scritti sulle sue vicende e sulle sue opere,tra le quali – in particolare – i suoi testi teatrali, sono considerati dai critici dei capolavori del teatro dell'Ottocento.

Nessun commento:

Posta un commento