martedì 14 febbraio 2017

La straordinaria invenzione di Hugo Cabret, Brian Selznick

Editore: Mondadori| Lingua: Italiano | Numero di pagine: 543 | Isbn-13: 9788804568674 | Traduttore: Fabio Paracchini



La luna, le luci di una città, una stazione affollata, due occhi spaventati. Le immagini a carboncino scorrono come in un cinema di carta fino a inquadrare il volto di Hugo Cabret, l'orfano che vive nella stazione di Parigi. Nel suo nascondiglio segreto, Hugo coltiva il sogno di diventare un grande illusionista e di portare a termine una missione: riparare l'automa prodigioso che il padre gli ha lasciato prima di morire. Ma, sorpreso a rubare nella bottega di un giocattolaio, Hugo si imbatterà in Isabelle, una ragazza che lo aiuterà a risolvere un affascinante mistero in cui identità segrete verranno svelate e un grande, dimenticato maestro del cinema tornerà in vita. Tra romanzo, cinema e graphic novel, un libro in cui le parole illustrano le immagini.


Un altro libro a cui sono arrivata attraverso il film, e sempre senza avere idea che fosse tratto da un romanzo (beata ignoranza xD). Non sono stata particolarmente interessata nella lettura, finché una Youtuber che seguo ne ha fatto una recensione sul suo canale che mi ha messo la curiosità. Quando poi ho trovato occasione di prenderlo, ne sono rimasta colpita si, per tipo la mezz’ora in cui ci si impiega a leggerlo, dopodiché l’ho rimosso (nel momento in cui scrivo è passato un po’ dalla lettura, e se non cerco di portarmi alla memoria il film faccio fatica a ricordare qualcosa). Non voglio farvi spoiler sulla natura della particolarità di questo libro, ma di sicuro nel suo è particolare, non si può negare una magnifica versatilità artistica dell’autore (che tra l’altro mi dicono dalla regia ha in opera altri volumi simili), però non mi è “rimasto” come mi aspettavo.
Consigliato? Mh. Visto il prezzo, con il senno di poi avrei acquistato altri due libri di più spessore. Se vi capita di averlo tra le mani e vi state annoiando, può aiutare a passare il tempo. Al contempo, però, credo possa essere un ottimo regalo per giovani creature da trascinare nel limbo degli amanti dei libri.

Nessun commento:

Posta un commento