venerdì 20 dicembre 2013

Il Signore degli Anelli - La compagnia dell'anello, J.R.R. Tolkien - Recensione, Witchy Books Challenge ©

Era un bel po' di tempo che mi ero ripromessa di imbarcarmi in quest'impresa, e finalmente eccomi. Negli ultimi giorni nel tempo libero non faccio altro che leggere-leggere-leggere, quindi mi sono detta "perché no?".


Sentivo proprio il bisogno di leggerlo, vista la passione con cui da sempre guardo (e riguardo) i film che ne sono stati tratti - e soprattutto nell'attesa di riuscire a racimolare abbastanza per una bella edizione de Lo Hobbit. Dico "bella" perché quella che ho io de Il signore degli Anelli è tristissima, senza una figura, senza una copertina decente, non so se rendo l'idea xD
L'ho trovato bello e avvincente, anche se non tanto quanto mi aspettavo. Quello che più mi ha colpito è l'incredibile freddezza dei rapporti tra i personaggi. Certo si spiega con il fatto che l'autore è stato un uomo dei suoi tempi, e ciò ha evidentemente influito molto sulla sua creazione. In ogni caso, da ogni capitolo trasparisce la grande maestria con cui Tolkien si è servito dei suoi studi e delle sue conoscenze, che direi è la cosa che più mi ha colpito dell'opera. Perciò, al di là dei gusti, tanto di cappello.

Nessun commento:

Posta un commento